INTRODUZIONE

Allo stato attuale, anche "grazie" ai social networks, che fanno da cassa di risonanza, si sono evidenziate due correnti di pensiero.

La prima "pro-euro", che insiste sul fatto che l'euro ci ha salvato dal default, e che ora senza l'euro staremmo peggio della Grecia.

La seconda, "contro-euro" che evidenzia tutti i numeri negativi prodotti da questa moneta,come disoccupazione, economia stagnante, aumento delle tasse ecc ecc

Ora lasciamo ai grandi economisti nazionali e internazionali, interessati o meno, ed ai vari banchieri, disquisire sul pro e contro. A noi non interessano queste analisi, di altissimo livello, ma semplicemente,vorremmo cimentarci a trovare una soluzione possibile, se esiste.

Abbiamo tentato di analizzare la situazione con semplici conti, accessibili a tutti, che non parlano di "spread" , "Pil", "deficit", di bilderberg, di BCE e così via, ma eseguiti con cifre note (ISTAT) e conseguenti ipotesi di soluzione.

Utilizzeremo la "doppia circolazione" ma con una particolare forma , l'Euro continuerà ad essere la moneta di scambio, mentre la Lira* nuovamente sovrana, sarà il motore propulsore della nostra economia. E questo fintanto che ce ne sarà bisogno.
La ragione della doppia circolazione così attuata, è spiegabile secondo questi due principi :

1° Dobbiamo onorare quelli che sono definibili come "debiti verso l'estero" , come titoli, interessi passivi, ecc, ed allo stesso tempo necessitiamo di una valuta riconosciuta per gli scambi commerciali, in particolare per l'acquisto di energia.

2° La Lira,(* L€q = Lira-Euro equivalente NON convertibile) sotto il nostro esclusivo controllo, permetterà tutta una serie di modifiche all'attuale sistema, in primis una drastica riduzione delle tasse. (questa "tecnica" sarebbe auspicabile per tutti i membri dell' Europa)

* L€q avrà in realtà un regime controllato di conversione, come vedremo più avanti.
<<< >>>