the final count down


LINEA DI COMANDO


Si intende con tutta ovvietà la sequenza tramite la quale le disposizioni impartite dal vertice raggiungono l'UTILIZZATORE FINALE.

Oggi tale linea, è la causa principale del disfacimento dello STATO.

LA LINEA : Presidente della Repubblica, Senato, Camera dei Deputati, Regioni, Province, Comuni, Enti inutili,Organi di controllo, 5 Corpi di Polizia senza contare le c.d. "Polizie locali" (municipali, provinciali, fluviale, lacustre, doganale, sanitaria), la DIA... eccetera eccetera.
Tutti comandano, tutti hanno un qualche potere, e non metto gli impiegati regionali, provinciali, comunali, dai quali occorre andare col cappello in mano.

Le Leggi, prodotte in numero abnorme durante la prima e la seconda (se c'è mai stata) Repubblica, spesso contraddittorie e/o comunque soggette ad un numero infinito di diverse interpretazioni, anche grazie all'uso indiscriminato del "combinato disposto" che produce un effetto moltiplicatore, hanno permesso la crescita incontrollata di una BUROCRAZIA, deprimente tutto il sistema.

Ma non solo, l'"EFFETTO POTERE" è degenerato purtroppo per diversi dei summenzionati, in CORRUZIONE e CONCUSSIONE, permeando tutti i gangli vitali della struttura pubblica,personaggi che fortunatamente la Magistratura sta perseguendo nei limiti del possibile.

Discende quindi una prima necessità : SEMPLIFICAZIONE DELLA LINEA DI COMANDO.